> Consigli utili > Situazioni particolari > Sei davvero single o ancora legato al passato

Situazioni particolari

Sei davvero single?

Chi si mette con una persona già impegnata è secondo molti comunque colpevole. Che cosa succede però se una persona è ancora sentimentalmente legata al partner precedente ma all'apparenza sembra libera e disponibile ad impegnarsi? Si può riconoscere la presenza di queste "tracce del passato"? Quanto attaccamento verso il partner precedente si può tollerare?

Incontri, ricerca del partner

Alessia (39 anni) era al settimo cielo quando conobbe Luca (43 anni). Al primo appuntamento lentamente, ma con sicurezza, si era lasciata coinvolgere. Luca aveva provato la stessa sensazione. Entrambi si erano cercati e trovati e così era iniziato un rapporto "molto intenso", che però entrò in crisi dopo solo quattro settimane, quando morì la madre della ex di Luca. Luca si era separato dalla precedente compagna un anno prima, ma era rimasto come un secondo padre per le figlie di lei. In questa particolare situazione familiare lui si rese conto di non aver ancora completamente metabolizzato questa separazione. Alessia aveva proposto una pausa e questo fece sì che Luca intraprendesse un nuovo tentativo di tornare con la sua ex, con grande dispiacere di Alessia.

Single non "liberi"

Ma Alessia non aveva avuto alcun campanello d'allarme? Luca le aveva detto dei bambini sin dall'inizio ma lei lo aveva trovato normale. Paradossalmente storie come questa, in cui l'altro non è il solito bugiardo incallito, possono essere più dolorose. In effetti è difficile riconoscere "candidati problematici" come Luca. In fondo, ad una certa età, è facile che ognuno abbia alle spalle una o più storie di grandi amori. Il semplice stato civile dice poco in merito a come una persona si sente nei confronti del passato. Ma non abbatterti: fortunatamente casi simili sono piuttosto rari nei rapporti che superano la fase del flirt virtuale.

Il campanello d'allarme

C'è ancora qualcosa che lega la tua nuova conoscenza al partner precedente? Immagina di conoscere la donna dei tuoi sogni: la sua relazione con il suo ex si è conclusa solo tre settimane prima. Oppure: incontri un uomo affascinante che dice di essere stato trattato male da una partner precedente. Si tratta solo di accenni ad esperienze di vita, semplici "frasi infelici" oppure sono chiari campanelli d'allarme? Dare una risposta valida non è facile, dipende dai casi. Il fatto che il tuo nuovo partner conservi ancora lo spazzolino da denti del suo ex può essere una perdonabile negligenza, ma se non se ne vuole liberare, allora comincia a preoccuparti. Ancora: se l'altro attribuisce al suo precedente partner o a sé stesso la colpa del fallimento del rapporto non è indice di superamento del passato. Contatti saltuari, aiuto in situazioni particolari, per esempio nel corso di un trasloco, o anche la comune educazione dei figli non sono motivo di preoccupazione, sempre che non ci sia un coinvolgimento emotivo. Comunque se dovessi avere dubbi o incertezze, pondera con attenzione le situazioni, senza però, tornare continuamente sull'argomento mostrandoti geloso.

Matteo e Rosa

Matteo (49 anni) era molto comprensivo nei confronti del suo nuovo amore. Aveva accettato di non poter andare a casa di Rosa (46 anni), che abitava a 120 km di distanza, perché il suo precedente marito era ancora in casa. La coppia si incontrava quindi per lo più in albergo. Matteo aveva anche accettato che Rosa, medico, avesse occasionalmente contatti con un suo precedente amore, uno dei suoi pazienti. Quando lei ha confessato di non potersi liberare dal legame affettivo verso quest'ultimo, Matteo l'ha ammirata per la sua franchezza. Per otto settimane è andato tutto bene, Rosa parlava già di un futuro insieme. Poi c'è stata la rottura: lei voleva trascorrere un giorno di vacanza insieme al suo precedente amore. Matteo, ferito, ha messo fine al rapporto. La sua conclusione: "Mai più una donna che cerca un compagno in modo spasmodico solo per uscire da una relazione già distrutta!" Nel frattempo si è legato con una donna divorziata: "la differenza è che lei ha chiuso con il passato".

A.A.A. Vero single cercasi

Chi si mette alla ricerca del partner dovrebbe essere pronto per un nuovo legame: non sempre è così. Una ricerca condotta nel 1985 dalla sociologa Margot Berghaus ha evidenziato che molti degli intervistati - tutti inserzionisti alla ricerca di nuovi contatti - non erano liberi, in quanto o sposati, o affettivamente legati ad un'altro o attaccati ad un amore non ricambiato. La studio ha evidenziato che la ricerca di nuove amicizie serviva come "mezzo di guarigione da legami vecchi e logori che spesso non era facile sciogliere". Questo, secondo la sociologa, spesso funziona, anche se alla fine si instaurano nuovi rapporti che non sempre sono di lunga durata. Se, come gli intervistati, sei tu a non essere definitivamente libero, comportati correttamente e gioca a carte scoperte. In caso contrario se toccasse a te di incontrare una persona ancora legata affettivamente a qualcun altro, non lasciarti spaventare: le statistiche giocano a tuo favore. Infatti solo una piccola percentuale dei rapporti finiti male ha una seconda possibilità di riuscita; dall'altra, non rischiare che la tua ricerca d'amore fallisca per un preesistente legame o per qualche altro motivo. Se ti senti abbastanza forte, vale la regola: chi non risica non rosica!

Redazione Parship

Prova Parship gratis

Io sono
Sto cercando

Se clicchi su "Trova il partner", accetti le nostre Condizioni Generali di Contratto e dichiari di aver letto le disposizioni dell'Informativa sulla Privacy.

Error with static Resources (Error: 418)