> Consigli utili > Profilo e foto: il tuo biglietto da visita > Le trappole del chi sono io

Profilo e foto: il tuo biglietto da visita

10 trappole nascoste nel "Chi sono io"

Vantarsi, inventare storie, sminuirsi: chi cerca un partner on line rischia di fare degli errori, specialmente per ciò che riguarda la descrizione di se stessi. Vediamo insieme apertamente le "trappole" più pericolose.

Incontri on line, profilo

1. Vantarsi

"Intelligenza straordinaria e aspetto fisico perfetto fanno di me il tuo primo premio della lotteria... " Sapere che si può contare sull'anonimato invoglia ad esagerare un po': capita che un pigrone sovrappeso si trasformi magicamente in uno sportivo occasionale dal fisico atletico o che, invece, un tipo da bar Sport diventi all'improvviso un appassionato di teatro. Ma anche se la tentazione è forte, ricorda: cerca di non allentarti dalla realtà!

2. Sminuirsi

"Ragazza poco appariscente cerca partner dal cuore grande che sappia vedere oltre i difetti". Per paura di non riuscire, dal vivo, a soddisfare le aspettative eventualmente suscitate, c'è chi va giù duro con se stesso. Ma chi, per via di qualche chilo in più, non esita a definirsi "fuori forma", non rivela soltanto poca franchezza ma più che altro un complesso d'inferiorità. Anche qualora tu vivessi qualche tuo aspetto come un handicap: cerca di dare di te un'immagine positiva.

3. L'ortografia

"Sono un'uomo sinpatico che no ti fa anoiarre mai." Il disprezzo per le regole ortografiche e grammaticali può compromettere a lungo la prima impressione. Eppure è uno degli errori più comuni nella descrizione di se stessi. Persino chi è colpito da legastenia e non può far nulla per il suo problema, nella maggior parte dei casi, dalla forma dei suoi testi verrà giudicata anche la sua personalità. Del resto, sulle prime, è praticamente l'unico indizio. Nel dubbio, fatti aiutare da amici, oppure usa un programma di controllo ortografico.

4. Il sesso

"Per me contano solo tre cose: sesso, sesso e... sesso!" Vuoi davvero mostrarti così "ristretto"? In questo modo finirai per spaventare tanti possibili partner. Erotismo e sessualità sono per te molto importanti? Va bene parlarne ma in modo discreto. Tra l'altro: per ovvi motivi, espressioni troppo esplicite - e, insieme ad esse, anche il resto del capitolo "Chi sono io", anche qualora non presentasse altri aspetti problematici - non verranno pubblicate.

5. Il pessimismo

"Dopo lunghi anni di solitudine/di dolorosa separazione..." Chi presenta sé e il proprio passato in modo così tragico, più che come partner, si descrive come caso umano. Naturalmente, le esperienze dolorose fanno parte della tua personalità quanto quelle belle; tuttavia, queste sofferenze non dovrebbero essere la prima cosa da far sapere ad un partner potenziale. E lo stesso vale per quanto riguarda altre tragedie personali, come le malattie: meglio non farne cenno prima di aver scambiato almeno qualche email.

6. La trappola della mancanza di originalità

"Adoro svegliarmi quando fuori il sole splende!": chi riempie di simili luoghi comuni il suo "Chi sono io", non lascia una grande impressione e si rende "confondibile". Certo, nessuno potrà dire seriamente di pensarla diversamente, se specifichi che "pace nel mondo e fratellanza" sono i tuoi più grandi desideri. Ma è meglio riflettere su caratteristiche che ti rendano inconfondibile.

7. L'inganno

"Nonostante il mio lavoro di chirurgo estetico mi impegni molto, riesco sempre a trovare il tempo per dedicarmi alla mia vera vocazione: il surf!": se queste parole le ha scritte un muratore sovrappeso, che finora il mare lo ha visto al massimo sulle cartoline, non si tratta più di semplice vanteria. Si imbroglia più spesso s ull'aspetto fisico e sull'altezza. E questo è davvero un autogol dal momento che una conoscenza che si basa su bugie e mezze verità, difficilmente porterà al grande amore.

8. Il pavoneggiarsi

"Bancaria in carriera (proprietaria di una villa)/Agente immobiliare benestante cerca...": se è l'avventura quello che cerchi, oppure se vuoi essere vittima di un truffatore interessato alle tue fortune, queste rivelazioni fanno proprio al caso tuo. Diversamente, sarebbe meglio non insistere così sfacciatamente sulle condizioni economiche. Il grosso rischio, sennò, è quello di impressionare più che altro persone interessate soprattutto a regali importanti e ad un aiuto economico. E poi, non vorrai certo piacere solo per via della tua indipendenza economica!

9. Chi troppo vuole...

"Vorrei un partner professionalmente brillante e particolarmente attraente, che non trascini con sé le cicatrici delle relazioni precedenti e, s'intende, che abbia numerosi titoli accademici". Ognuno è libero di pensarla come vuole ma con simili pretese, ridurrai il numero dei possibili candidati direttamente a zero. Se hai interesse ad una relazione seria, dovresti imparare anche ad accettare dei compromessi. Nessuno - di certo nemmeno tu - vorrebbe competere con un ideale irraggiungibile.

10. La millanteria

"Mi chiamo Dino, son simpatico e carino, se non mi darai amore, attenta a te, saran dolori!": il senso dell'umorismo generalmente è un dono innato. Chi non è mai stato il clown della classe, né si è mai distinto per la sua abilità nel raccontare barzellette o storielle, non dovrebbe giocare all'improvviso la carta dell'umorismo nella propria presentazione on line. Lo stesso vale per altre qualità che forse vorresti avere ma che purtroppo non possiedi o quantomeno non hai ben "esercitato". Chi millanta di essere colto o appassionato di musica, prima o poi cadrà in fallo e risulterà falso e ipocrita.

Prova Parship gratis

Io sono
Sto cercando

Se clicchi su "Trova il partner", accetti le nostre Condizioni Generali di Contratto e dichiari di aver letto le disposizioni dell'Informativa sulla Privacy.

Error with static Resources (Error: 418)