> Consigli utili > Il primo appuntamento > Incontri single, regole per il primo appuntamento

Il primo appuntamento

Incontri single: 5 regole per il primo appuntamento

Molte relazioni cominciano alla grande, fanno sentire fin dal primo incontro "in paradiso" ma poi finiscono per precipitare nel nulla e finire. Colpa dei segnali che non si è stati capaci di leggere. Ecco 5 regolette da ricordare, sempre!

Incontri, ricerca del partner

1) Lascia a casa le aspettative

Le aspettative sono una "brutta cosa", specialmente quando riguardano una conoscenza avviata on line. E specialmente se, prima di arrivare al primo appuntamento, si è passato prima tanto tempo scrivendosi email, parlando al telefono. Il "virtuale" favorire il sorgere di emozioni, sensazioni, proiezioni: che si traducono in aspettative. Un mondo "fantastico" che diventa gigantesco e che rischia di non trovare poi (cosa piuttosto normale) corrispondenza con la realtà. Non necessariamente perchè chi ci sta davanti non sia una persona favolosa o non ci sia vera alchimia, ma perchè - tra l'emozione e il timore dell'incontro e lo normale scostamento tra la fantasia e la realtà - ci si perde. Non ritrovando le stesse sensazioni, si perde di vista quello che in realtà c'è. Più basse sono le aspettative (anche quelle eventualmente negative) più si resta realmente aperti alla realtà, a quello che c'è. E' quello l'obiettivo del primo appuntamento.

2) Stai nel presente

Buttate via le aspettative, non resta che restare ancorati al presente. Non pensare a cosa potrà essere domani, a cosa potresti o non potresti fare: goditi quel momento. Ascolta la sua voce, guarda come si muove con te e in generale con gli altri. Solo se stai pienamente potrai poi capire. Durante il primo appuntamento, se anche lui/lei ti piace molto, non devi decidere niente. Solo sfruttare quell'occasione per capire chi hai davanti a te, e se ti può interessare continuare ad approfondire la conoscenza.

3) L'onestà è vincente

Essere onesti è fondamentale, specialmente al primo incontro: sia con se stessi che con la persona che abbiamo davanti a noi. Facilmente molte cose sono state già dette, negli scambi telefonici o per email, ma al primo appuntamento è importante non dire bugie: neanche su come stiamo, sulle nostre sensazioni del momento. Se l'incontro non convince ma non si vuole dirlo in quel momento, allora è importante non dare false informazioni: ad esempio, salutandosi non si dirà "a presto!" ma, semmai, stasera ti scrivo. E la sera, in modo cortese ed educato, si racconteranno le proprie perplessità o le proprie decisioni. Chiarezza e onestà non sempre sono "piacevoli da digerire" ma, se espresse con educazione e gentilezza, sono meglio delle bugie o di sparizioni improvvise.

4) Ascoltare l'altra persona

Per poter capire chi abbiamo davanti è importante parlare insieme. E ascoltare. Dare peso alle parole, non inseguire i propri pensieri ma stare con quello che l'altra persona ci dice, con le sue emozioni e con quelle che le sue parole (ma anche il tono, il modo e il ritmo del suo discorrere) ci fa provare. Un ascolto quindi autentico e interessato. Se non altro per capire...

5) Fatti sorprendere, lasciati andare

Va bene, gli incontri single sono stressanti e lo è ancora di più un primo appuntamento ma, anche se l'obiettivo è capire se ci si può piacere, non devi piacere a tutti i costi, non devi essere fermo sulle tue posizioni. Mantenere una posizione comunque aperta, lasciarsi sorprendere anche da quello che non ci si sarebbe aspettati è un buon modo per prendere il meglio di quello che la vita ci porta, anche se non lo avevamo previsto. Quando si è in questa "attitudine", tra l'altro, è più facile incontrare qualcosa che, proprio perchè al di fuori dei nostri abituali schemi, finisce con il diventare un'inaspettata nuova risorsa, un dono che ci mostra un altro modo possibile di guardare alla vita.

Prova Parship gratis

Io sono
Sto cercando

Se clicchi su "Trova il partner", accetti le nostre Condizioni Generali di Contratto e dichiari di aver letto le disposizioni dell'Informativa sulla Privacy.

Error with static Resources (Error: 418)